DotFile e le mie config


Card image cap
Photo by Muhammad Haikal Sjukri on Unsplash


Da quasi 10 anni io utilizzo Linux o sistemi Unix su tutti i pc che utilizzo. Questo mi ha portato a creare svariate configurazioni personalizzate legate a i vari servizi/programmi/script che utilizzo tutti i giorni, perdendo un tempo notevole in caso di ripristino a risettare tutto com’era.

Quindi ho imparato a “backappare” i file di configurazione e stavo iniziando a scrivere un orrendo accrocchio per la generazione delle configurazioni in modo automatico partendo da un database sqlite, che, per quanto intelligente come idea, non è una cosa di facile gestione ne adatto alla situazione che si è creata.

Quindi, girando su GitHub ho incontrato il progetto DotFiles. Questo è una abitudine/gioco/sistema che va “di moda” su GitHub. Viene fatto un repository dei propri file di config (che, nei sistemi Linux/Unix iniziano sempre con il punto) con uno script di install.sh che, quando lanciato, installa correttamente le config e permette di partire dopo un ripristino o una reinstallazione in modo molto veloce.

Per quanto mi riguarda io lo ho stutturato in modo da seguire nel modo migliore le mie esigenze e ho utilizzato un software per la gestione dei dotfile

Comunque la cosa importante è rimanere sempre informati dei cambiamenti che avvengono nei propri dotfile e perchè accadono. Questo permetterà anche di capire meglio le stesse impostazioni e controllare che siano sempre come vorremmo.

Spero che questi consigli vi tornino utili.

Fundor333

by Fundor 333


dotfile config repository dotbot

comments powered by Disqus